Alla vigilia dei Summer Camp, le parole di Marco e Juan!

16.05.2018

10:52

Alla vigilia dei Summer Camp, le parole di Marco e Juan!

 

Le parole di Marco Tadé:

(Atleta Swiss Ski, medaglia di bronzo ai Mondiali del 2017)

 

Marco nasce il 3 dicembre 1995 a Locarno, in Svizzera. La passione per la neve gli viene trasmessa dai suoi genitori e dai due fratelli maggiori, con i quali effettua le prime discese.
Cresce nello Sci Club Airolo, partecipa ai primi corsi di freestyle con la European Youth Freestyle Academy (EYFA). Per la Federazione Sci Svizzera italiana (FSSI) compete alle prime gare regionali e nazionali. Selezionato nei quadri di Swiss-Ski ha la possibilità di confrontarsi a livello europeo e, grazie ai numerosi successi nell’omonimo circuito, approda definitivamente in Coppa del Mondo. Nel 2015 ottiene il primo podio nel circuito maggiore, mentre due anni più tardi conquista una storica medaglia di bronzo ai Mondiali di Sierra Nevada. 
Nel 2018 si avvererà il sogno di una vita: la partecipazione ai Giochi Olimpici di Pyeongchang.

 

“Diversi anni fa, mi sono interessato ai camp EYFA perchè oltre ad amare lo sci, mi piaceva praticare anche altri sport. Il camp estivo era un’occasione ideale: in una settimana ho potuto provare più discipline accompagnato da allenatori professionisti. Lo consiglierei a tutti coloro a cui piace passare del tempo all’aria aperta, ai curiosi e a chi vuole divertirsi attraverso lo sport. Allo stesso tempo, l’ho trovato molto interessante per imparare a prendere seriamente un gioco e convincersi che con l’impegno si possono fare grandi cose!”

 

Le parole  di Juan Domeniconi

(Allenatore Swiss Ski - acrobatica)


“I camp EYFA sono molto interessanti dal punto di vista acrobatico, si fanno diverse attività che aiutano la fase aerea che si pratica poi sulla neve con sci ai piedi.

Il water jump è l’ultimo step acrobatico prima di passare sulla neve, una rampa alta 8 metri, lunga circa 15 metri dove si scende con sci e scarponi e si atterra in piscina.

Per utilizzare la rampa freestyle (consigliato dai 10 anni o 40kg) non bisogna essere dei “buoni sciatori”, ma serve un po’ di coraggio e pazzia.

Le altre attività che si svolgono durante il camp servono a migliiorare le abilità tecniche e coordinative. Sono molto importanti anche per le componenti motivazionali e sociali.

<- Indietro a: News